Premio Carlo Magno per la gioventù 2017 :aperte le iscrizioni

 

  

 

I giovani hanno a cuore l’Europa e possono fare la differenza. L’impegno è da premiare: per questo motivo il Parlamento europeo e la Fondazione del premio internazionale Carlo Magno di Aquisgrana, Consegnano ogni anni il Premio Carlo Magno per la gioventù. L’obiettivo è mettere in risalto quelle attività che mettano in pratica il sentire comune europeo, lo sviluppo di una comunità coesa e la promozione di esempi pratici di cittadini europei che vivono insieme.

Hai tra i 16 e i 30 anni e lavori ad un progetto con una dimensione europea? I vincitori potranno beneficiare del riconoscimento e della copertura mediatica e di una somma in denaro per sviluppare ulteriormente l'iniziativa. Hai tempo fino al 30 gennaio per registrarti all'edizione del 2017.

 

Il premio

Il premio per il miglior progetto è di 7.500 euro, il secondo di 5.000 euro e il terzo di 2.500 euro. I tre vincitori finali riceveranno anche l'invito a visitare il Parlamento europeo (a Bruxelles o a Strasburgo). Inoltre, i rappresentanti dei 28 progetti nazionali selezionati saranno invitati per un viaggio di quattro giorni a L'Aia in maggio.

I premi per i tre migliori progetti saranno consegnati dalPresidente del Parlamento europeo e da un rappresentante della Fondazione del Premio internazionale Carlo Magno di Aquisgrana.

 

Regolamento

Il progetto deve rappresentare lo spirito europeo promuovendo la comprensione tra gli stati, favorire lo sviluppo di un’identità comune aperta all’integrazione e fornire esempi pratici ai giovani sul vivere insieme come un’unica comunità.

Leggi qui per avere maggiori informazioni sulle regole di partecipazione.

Se hai altre domande da fare, puoi scrivere al Segretariato del premio all’indirizzo email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

 

 

Reti transeuropee comunicazioni :invito a presentare proposte

La Commissione europea, direzione generale delle Reti di comunicazione, dei contenuti e delle tecnologie, ha pubblicato sulla gazzetta ufficiale comunitaria quattro inviti a presentare proposte al fine di concedere sovvenzioni a progetti in conformità con le priorità e gli obiettivi definiti nel programma di lavoro per il 2016 in materia di reti transeuropee di telecomunicazione nel quadro del meccanismo per collegare l’Europa (Connecting Europe Facility, CEF) per il periodo 2014-2020. La Commissione sollecita proposte per i seguenti quattro inviti: CEF-TC-2016-3: Traduzione automatica; CEF-TC-2016-3: Sicurezza informatica; CEF-TC-2016-3: Fatturazione elettronica (eInvoicing); CEF-TC-2016-3: Europeana Il bilancio indicativo totale disponibile per le proposte selezionate nell’ambito di questi inviti è di 27,5 milioni di EUR. Il termine ultimo per presentare le proposte è il 15 dicembre 2016. La documentazione relativa agli inviti è pubblicata sul sito web del CEF dedicato alle telecomunicazioni

Cooperazione,

volano del futuro: settimana di iniziative Aiccre (La Presse)

Foto Fabio Cimaglia / LaPresse
15-11-2016 Roma
AICCRE. Citta e Regioni unite per la cooperazione internazionale. Presentazione alla stampa degli "European days of local solidarity in Rome"
Nella foto Carla Rey


Photo Fabio Cimaglia / LaPresse
15-11-2016 Rome (Italy)
AICCRE. Cities and Regions united for International Cooperation. Press conference for the "European days of local solidarity in Rome"
In the pic Carla Rey

Biodiversità, energia, equosolidale: sono i temi al centro di 'Città e Regioni unite per la cooperazione internazionale', una iniziativa lanciata dall'Aiccre (sezione italiana del Consiglio dei Comuni e delle Regioni d'Europa), in occasione delle giornate europee della solidarietà locale.

http://lapresse.it/cooperazione-volano-del-futuro-settimana-di-iniziative-aiccre.html 

Cooperazione: Aiccre,parta da basso,al via Giorni solidarietà (ANSA)

 

Cooperazione:Aiccre,parta da basso,al via Giorni solidarietà

 

 

(ANSA) – ROMA, 15 NOV – Workshop sull'economia sociale e solidale, incontri con gli studenti e le Università sul tema della cooperazione internazionale, proiezioni di video e presentazioni di progetti ad hoc, tavole rotonde sul tema del servizio civile europeo e corner espositivi di prodotti equo solidali: sono gli ingredienti dei "Giorni europei della solidarietà locale", promossi a Roma dall'Aiccre, su iniziativa dell'Ue e della Commissione europea. L'obiettivo, ha spiegato il segretario generale dell'Aiccre, Carla Rey, "è evidenziare l'importanza della cooperazione internazionale", "che deve partire dal basso, dai cittadini e dai suoi amministratori". 

Fino al 18 novembre la sede dell'Associazione italiana per il consiglio dei Comuni e delle Regioni d'Europa ospiterà una serie di eventi per "far riflettere amministratori e cittadini, ma anche istituzioni, sul tema e sostenere chi attivamente si occupa di cooperazione". "Sindaci e governatori non sempre hanno la possibilità di dialogare con chi è in prima linea per la cooperazione – ha spiegato Rey, durante un incontro con la stampa – serve mettere in relazione queste realtà, perché gli enti locali si devono responsabilizzare sullo sviluppo sostenibile". "Questo è l'anno zero dei 'Giorni europei della solidarietà locale' – ha aggiunto – nel 2017 vogliamo che questa settimana formativa sia disseminata nei territori". 

Tra i partner dell'iniziativa, anche l'associazione Botteghe del Mondo per il commercio equo solidale: "Dobbiamo far leva sui consumatori – ha osservato la consigliera dell'associazione e del Wfto Europe, Gabriella D'Amico – e renderli partecipi di un mondo economico in cui la persona è al centro". "Il mercato equo solidale sta crescendo, c'è una fortissima sensibilità al progetto che sta dietro ogni prodotto che si acquista", ha aggiunto il presidente dell'associazione Massimo Renno. "La legge sul commercio equo solidale che prevede il riconoscimento di questa rete – ha concluso la deputata Chiara Scuvera (Pd) – è in discussione al Senato. C'è tutta la volontà politica di portarla avanti".(ANSA).