Al via la campagna per la promozione del turismo in Europa

L'industria del turismo UE ha registrato nel 2011, in controtendenza rispetto a molti altri settori economici, tassi di crescita positivi in molti Stati membri, rispetto allo stesso periodo del 2010. Il settore turistico, che genera nell’Ue oltre il 5% del PIL, con circa 1,8 milioni di imprese e la creazione di circa 9,7 milioni di posti, riveste quindi un ruolo importante nel rilancio della crescita economica in Europa. Finanziata dalla Commissione europea e organizzata in collaborazione con la European Travel Commission la campagna ‘Europe – Whenever you’re ready’,  che si svolgerà nel corso di tutto il 2013, intende  promuovere le risorse turistiche dell’Europa, la varietà dei suoi territori e paesaggi, l’unicità del suo patrimonio culturale, aggiungendo valore alle attività promozionali degli Stati membri e dell’industria del turismo europeo. Alla campagna contribuiranno noti scrittori di viaggio, giornalisti e blogger che attraverso video, blog, riviste e siti web, offriranno al pubblico  esperienze di viaggi e suggerimenti che andranno dai luoghi da ‘non perdere’  a quelli meno conosciuti, che pur non rappresentando mete turistiche privilegiate non sono di minore bellezza e interesse. 

Nuova norma EURO VI

Nuova norma EURO VI

 

Grazie alla nuova "norma Euro VI", in vigore dal 31 dicembre 2012, l'Unione europea si propone di limitare le emissioni di ossidi di azoto e di particolato dei nuovi tipi di camion e autobus. Ciò corrisponde a una riduzione dell'80% delle emissioni di ossido di azoto e del 60% del particolato rispetto ai livelli del 2008 fissati in forza delle precedenti norme Euro V. La nuova legislazione avrà impatti positivi sull'ambiente, sulla salute umana e sull'industria: la legislazione introduce procedure di test e norme armonizzate su scala mondiale che dovrebbero contribuire a dare impulso alle esportazioni dell'industria automobilistica europea. Inoltre, la legislazione dell'UE relativa ai veicoli a motore è ora più semplice e diventa efficace più celermente. I regolamenti di applicazione diretta hanno rimpiazzato le vecchie direttive eliminando così i tempi richiesti per il loro recepimento nei 27 Stati membri dell'Unione.

La nuova legislazione europea stabilisce regole comuni per le emissioni inquinanti dei veicoli pesanti (bus e camion). La legislazione è stata sviluppata in linea con i principi di una migliore regolamentazione e sulla base delle raccomandazioni del gruppo per un quadro normativo competitivo nel settore automobilistico per il XXI° secolo (CARS 21) e del feedback a seguito di una consultazione pubblica.

Antonio Tajani, Vicepresidente della Commissione e Commissario responsabile per le industrie e l'imprenditoria, ha affermato: "La riduzione odierna delle emissioni contribuirà a rendere più pulita l'aria che respiriamo e a migliorare la competitività dell'industria automobilistica europea. Come concordato nel nostro neoadottato Piano d'azione Cars stiamo creando una situazione che produce vantaggi sotto tutti gli aspetti: disporremo di camion e di autobus più puliti che faranno tendenza e saranno esportabili in tutto il mondo".

Il premio Regione imprenditoriale europea (EER)

è un progetto che seleziona e premia le regioni dell'UE che si distinguono per la loro visione  imprenditoriale, indipendentemente dalla loro dimensione, dalla loro ricchezza e dalle loro competenze. Alle regioni che presentano la strategia più convincente e con maggiore proiezione futura viene assegnato un marchio imprenditoriale Regione imprenditoriale dell'anno. Lo scopo dell'iniziativa è quello di favorire l'emergere in tutta Europa di regioni dinamiche, ecologiche e imprenditoriali.
Il termine per la presentazione delle candidature è il 28 febbraio 2013.

http://cor.europa.eu/en/takepart/eer/Pages/5cd494d5-8f79-4b23-b9ba-77dc8ab8b339.aspx