Stampa

Ricerca partner

Postato in Gemellaggi

IL GEMELLAGGIO

Il CCRE (di cui l’AICCRE è la Sezione italiana) è la maggiore organizzazione rappresentativa di enti locali e regionali in Europa.

L’AICCRE dà particolare rilievo ai gemellaggi, che hanno creato nell’Europa comunitaria una fitta rete di cittadini di oltre 20.000 Comuni ed altri Enti territoriali.

Essi costituiscono l’incontro di due o più Enti che proclamano di associarsi permanentemente per agire insieme nella prospettiva e a favore di una Federazione europea costruita dalla base. Il gemellaggio è quindi un’azione complessa, ricca di prospettive; è principalmente uno strumento straordinario di azione interculturale fra Regioni diverse dell’Europa: vince pregiudizi, accomuna in una prospettiva unitaria le diversità europee; crea autentici legami di amicizia fra giovani di lingue e costumi diversi. Il gemellaggio fra città è caratterizzato da un vasto coinvolgimento dei cittadini e può quindi fornire un importante contributo allo sviluppo della cittadinanza europea.

I gemellaggi furono inventati da uno dei promotori del CCRE, il francese Jean Bareth nei primissimi anni dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale. Fu Bareth,  allora Assessore del Comune francese di Boulogne-Billancourt a promuovere il gemellaggio del suo Comune con il Distretto del Land di Berlino.

Il gemellaggio viene definito da Jean Bareth un incontro di due Comuni che intendono unirsi per agire in una prospettiva comune europea, per confrontarsi e per sviluppare nuovi legami di amicizia.

Diceva Jean Bareth:

Troppi uomini si lasciano rinchiudere nello stretto orizzonte che si scopre dal campanile comunale. Bisogna assolutamente rompere questo guscio e solamente l’emulazione con gli elementi analoghi degli altri Paesi potrà riuscirci. Bisogna “svegliare” i Comuni intensificando la vita locale con la conoscenza di un mondo allargato: questa è la finalità dei “jumelages”.

Svariate possono essere le chiavi del successo di un gemellaggio: trovare il partner giusto, coinvolgere tutta la comunità, definire gli obiettivi comuni, coinvolgere appunto le scuole e i giovani, affrontare le tematiche attuali guardando al futuro e non per ultimo pianificare un bilancio e occuparsi dei mezzi finanziari.

L’AICCRE, per costruire un gemellaggio, suggerisce di:

  • formulare l’ipotesi di gemellaggio con altri Stati d’Europa avendo ben presente i bisogni dei cittadini e i problemi del territorio e collocandoli nel contesto di un’azione di sensibilizzazione e di impegno comune per costruire un’Europa federata al servizio della pace;
  • individuare, in contatto con l’AICCRE, uno o più partners tenendo conto della dimensione demografica e del fattore distanza, valutando inoltre i vantaggi di relazioni fondate sull’affinità o sulla complementarietà;
  • promuovere la formazione del Comitato di gemellaggio, con lo scopo di creare e mantenere rapporti con gli Stati europei individuati, valorizzando, attraverso iniziative di scambio, il ruolo delle famiglie tramite l’ospitalità reciproca dei cittadini;
  • individuare le possibili fonti di finanziamento complementari a quelle del bilancio utilizzando a tal fine la normativa comunitaria;
  • deliberare il gemellaggio, aderendo nel contempo all’AICCRE che fornirà assistenza in tutte le fasi per la realizzazione del progetto;
  • valutare positivamente l’apertura a futuri gemellaggi verso i nuovi Stati membri che hanno aderito all’Unione Europea nel 2004 e nel 2007 e con la Croazia, l’ex Repubblica Iugoslava di Macedonia e l’Albania, Paesi che sono ammissibili al “Programma Europa per i Cittadini 2007-2013”, nonostante non ci sia ancora un’adesione ufficiale all’UE.

Per la ricerca di un partner europeo si consiglia di consultare la Banca dati dei gemellaggi (www.twinning.org) individuando l’Ente più idoneo e affine o complementare alla propria realtà locale. Sarà così possibile interagire attivamente con l’Ente selezionato, approfondendo la conoscenza reciproca sia dal punto di vista territoriale che culturale.

Il Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa (CCRE) ha creato questo sito con l’obiettivo di:

- fornire informazioni sugli Enti europei interessati ad avviare un gemellaggio

- dare suggerimenti per realizzare un gemellaggio che rimanga attivo negli anni

- informare sui finanziamenti europei previsti dal  Programma “Europa per  i cittadini

  2007-2013”

 

    
      Banca dati dei Gemellaggi del CCRE

 

Nel caso l’Ente avesse già individuato autonomamente un partner, l’AICCRE può fornire assistenza per contattarlo al fine di proporre il gemellaggio.

Il modulo in lingua inglese deve essere compilato se il partner scelto appartiene ad uno dei seguenti Stati: Albania, Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Germania, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Olanda, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Repubblica di Macedonia, Repubblica Slovacca, Slovenia, Svezia, Ungheria.

Il modulo in lingua italiana potrà essere utilizzato per la ricerca di un partner in  Francia e/o in  Spagna.

  Modulo di Ricerca Partner (versione italiana)

  Modulo di Ricerca Partner (versione inglese)