Stampa

EYE 2016 - EUROPEN EVENT

Postato in Notizie

EYEC’è tempo fino al 9 settembre per dare la propria disponibilità a giocare da
protagonisti all’evento internazionale

 European Youth Event (#EYE2016),
 
dedicato ai giovani. Giunto alla seconda edizione, l’evento che si terrà dal 20
al 21 maggio 2016, aprirà le porte del Parlamento europeo di Strasburgo alle
nuove generazioni. Sarà l’occasione per discutere, secondo format anche
innovativi, di cinque temi principali. Gerra e pace: prospettive per un mondo
di pace; Apatia o partecipazione: agenda per una democrazia attiva; Esclusione
o accesso: provvedimenti per la disoccupazione giovanile; Stagnazione
o innovazione: il mondo del lavoro di domani; Collasso o successo: nuove
vie per un’Europa sostenibile.
Per partecipare occorrerà avere tra i 16 e i 30 anni, essere cittadini di uno degli
stati membri dell’UE, di uno dei paesi candidati o vicini. Chi volesse contribuire
alla definizione del programma dovrà dare la propria adesione entro
il 9 settembre.

Stampa

FONDO EUROPEO DI ADEGUAMENTO ALLA GLOBALIZZAZIONE -

Postato in Notizie

 

Nel periodo 2013-2014 complessivamente 27 610 lavoratori licenziati a causa della crisi economica e degli effetti della globalizzazione hanno beneficiato del sostegno del Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione (FEG) nella ricerca di nuove opportunità di lavoro. Lo rende noto un comunicato stampa della Commissione europea. Da una relazione adottata in questi giorni, emerge che durante tale periodo il FEG ha erogato oltre 114,4 milioni di EUR per sostenere i lavoratori di 13 Stati membri (Austria, Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Paesi Bassi, Polonia, Romania e Spagna) nei processi di transizione e nel passaggio a nuove opportunità di lavoro. Ai finanziamenti del FEG si sono aggiunte risorse nazionali per altri 94,1 milioni di EUR. Con qualche ritocco per migliorarne il funzionamento, continua il comunicato, il Fondo è stato confermato per il periodo 2014-2020 quale espressione della solidarietà dell’UE. Fino al temine del 2017 rientrano nel campo di applicazione del FEG anche i NEET (giovani che non lavorano e non partecipano ad alcun ciclo di istruzione o formazione) residenti in regioni ammissibili nell’ambito dell’iniziativa a favore dell’occupazione giovanile: la disposizione si applica a un numero di NEET pari al massimo a quello dei lavoratori in esubero beneficiari del sostegno.

 
Stampa

FONDO EUROPEO DI ADEGUAMENTO ALLA GLOBALIZZAZIONE CONFERMATO FINO AL 2020

Postato in Notizie

Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione confermato fino al 2020

Nel periodo 2013-2014 complessivamente 27 610 lavoratori licenziati a causa della crisi economica e degli effetti della globalizzazione hanno beneficiato del sostegno del Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione (FEG) nella ricerca di nuove opportunità di lavoro. Lo rende noto un comunicato stampa della Commissione europea. Da una relazione adottata in questi giorni, emerge che durante tale periodo il FEG ha erogato oltre 114,4 milioni di EUR per sostenere i lavoratori di 13 Stati membri (Austria, Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Paesi Bassi, Polonia, Romania e Spagna) nei processi di transizione e nel passaggio a nuove opportunità di lavoro. Ai finanziamenti del FEG si sono aggiunte risorse nazionali per altri 94,1 milioni di EUR. Con qualche ritocco per migliorarne il funzionamento, continua il comunicato, il Fondo è stato confermato per il periodo 2014-2020 quale espressione della solidarietà dell’UE. Fino al temine del 2017 rientrano nel campo di applicazione del FEG anche i NEET (giovani che non lavorano e non partecipano ad alcun ciclo di istruzione o formazione) residenti in regioni ammissibili nell’ambito dell’iniziativa a favore dell’occupazione giovanile: la disposizione si applica a un numero di NEET pari al massimo a quello dei lavoratori in esubero beneficiari del sostegno.

 
Stampa

MIGRANTI: DELEGAZIONE PE IN VISITA IN SICILIA

Postato in Notizie

Una delegazione del Parlamento europeo visiterà la Sicilia tra il 22 e il 24 luglio per valutare l’utilizzo dei fondi comunitari per le politiche d’immigrazione e la creazione degli “hotspot” per l’accoglienza e l’identificazione dei migranti. La delegazione incontrerà, tra gli altri, il Sottosegretario di Stato responsabile per le questioni legate all’immigrazione Domenico Manzione, e visiterà i centri di accoglienza dei migranti a Pozzallo e a Mineo. Prevista una conferenza stampa alle ore 19,15 di giovedì 23 luglio all’Hotel Excelsior di Catania. I deputati delle commissioni Bilanci e Libertà civili, giustizia e affari interni visiteranno i centri di accoglienza di Pozzallo e Mineo, e incontreranno i rappresentanti di organizzazioni non governative, i Prefetti di zona, il Presidente della commissione d’inchiesta della Camera che indaga sul finanziamento del sistema di accoglienza e il Pubblico Ministero incaricato della questione, il Capo della polizia di Catania, nonché un funzionario del governo responsabile della spesa dei fondi europei per la migrazione. I deputati s’intratterranno anche con i funzionari che lavorano all’agenzia EU Frontex, all’Ufficio europeo di sostegno per l’asilo (EASO), all’agenzia di polizia europea Europol, all’UNHCR e con ufficiali della Marina Militare Italiana.

Stampa

12 milioni di euro per progetti a fini divulgativi

Postato in Notizie

Promuovere la diffusione del sapere scientifico e avvicinare cittadini e studenti alla ricerca, finanziando istituzioni e progetti con finalità didattiche, informative e divulgative. Sono questi gli obiettivi dei 2 bandi per la diffusione della cultura scientifica pubblicati dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR). La somma totale messa a disposizione supera i 12 milioni di euro. Il Bando per la concessione di un contributo triennale per il periodo 2015-2017, di circa 6 milioni e 266 mila euro, mira a sostenere il funzionamento di enti impegnati nella diffusione della cultura scientifica e nella valorizzazione del patrimonio storico-scientifico. Possono partecipare enti, strutture scientifiche, fondazioni e consorzi con un’esperienza rilevante nel settore. Il finanziamento sarà fornito ai soggetti selezionati in forma di contributo triennale. Il contributo è pari all’80% dei costi di funzionamento dell’ente. Il Bando per contributi annuali e Accordi di Programma e Intese, del valore di 6 milioni e 650 mila euro, punta finanziare iniziative promosse da scuole e da altri soggetti pubblici e privati, tra cui mostre, realizzazioni editoriali e multimediali, convegni, attivazione di nuove istituzioni e città-centri delle scienze e tecniche, attività di formazione e aggiornamento professionale per musei e centri attivi nel campo della divulgazione. Il contributo è pari all’80% dei costi ammissibili in tutti i casi tranne che per i progetti annuali delle scuole, per i quali è previsto un contributo del 100%. È possibile partecipare ai bandi inviando la domanda a partire dal 14 luglio prossimo attraverso il portale Sirio. La scadenza è fissata al 6 Agosto 2015.